Centro Proctologico

Centro Proctologico2020-10-28T09:54:00+01:00

Presso il Centro Medico Cervia è attivo un ambulatorio specialistico dedicato alla diagnosi e trattamento dei principali disturbi anorettali.
Responsabile del Centro Proctologico è Il Dottor Francesco Cantarella: specialista in Chirurgia Generale, si occupa della valutazione delle principali patologie del distretto ano-rettale.

In particolare si eseguono le seguenti diagnosi:

  • malattia emorroidaria
  • fistole anali (con eventuale studio ecografico)
  • disturbi della defecazione
  • incontinenza anale (con eventuale studio ecografico)
  • cisti pilonidali
  • condilomi anali
  • precancerosi anali secondari ad infezione da Papilloma virus umano (HPV)
Le indagini di 2°livello e l’eventuale trattamento chirurgico vengono eseguite presso la Divisione di Proctologia di Ospedali Privati Forlì, attiva presso Villa Serena, Via del Camaldolino, 8.
Per tutte le informazioni e pre prenotare una visita con i nostri specialisti puoi compilare il form sottostante o contattare la segreteria del Centro Medico Cervia allo 0544 964420.
Inoltre puoi prenotare una visita specialistica proctologica anche on line, sul portale Home Clinic!
(* campi obbligatori)
Nome*
Cognome*
Comune di nascita*
Data di nascita
Indirizzo email*
Recapito cellulare*
Messaggio



CONSENSO TRATTAMENTO DATI
Compilando questo form autorizzo Centro Medico Cervia all’utilizzo dei miei dati personali, secondo la normativa vigente (D. Lgs. 196/03) Privacy Policy

Approfondimenti:

Crioterapia2019-01-18T11:18:07+01:00

La crioterapia è un particolare trattamento che elimina le lesioni cutanee superficiali attraverso il congelamento. E’ una terapia particolarmente efficace per la cura delle emorroidi e delle ragadi anali, e si esegue in ambito ambulatoriale e senza ricovero.

Se negli anni ottanta era particolarmente diffusa la tecnica della sonda criogenica, applicata ad un’ampia porzione del retto senza possibilità di controllo, oggi grazie alla crioterapia selettiva è possibile decidere su quali noduli emorroidari intervenire, isolandoli dalle mucose sane mediante una speciale legatura che consente di trattare solo le zone scelte, senza dover necessariamente coinvolgere la parete del retto.

Questa tecnica è estremamente efficace e presenta i seguenti vantaggi:
– nessuna puntura lombare, in quanto l’anestesia è localizzata su ogni singolo nodulo;
– assenza di punti di sutura metallici o a filo;
– assenza di cicatrici stenosanti (che possono provocare un restringimento del retto), perché la parete rettale non viene coinvolta in alcun modo;
– assenza di rischi di lesioni allo sfintere.

Fisioterapia e proctologia2019-01-18T11:16:17+01:00

La fisioterapia può essere estremamente utile in ambito proctologico, sia nella fase preoperatoria, al fine di attivare le condizioni necessarie per ottenere i migliori risultati, sia nella fase post operatoria, per ottimizzare i risultati dell’intervento, attivando e migliorando la funzionalità di meccanismi fisiologici.

La fisioterapia in ambito proctologico costituisce pertanto una componente fondamentale per i disturbi e le patologie legate a stipsi, incontinenza fecale, dolore cronico, ragadi o emorroidi, e può contribuire alla riabilitazione delle alterazioni funzionali, ad alleviare il dolore e ad ottimizzare il risultato dell’intervento.

Manometria Anale2019-01-18T11:15:16+01:00

Esame specialistico che valuta la pressione e il funzionamento dello sfintere anale, è utile per indagare alcune patologie quali stipsi, difficoltà a evacuare, incontinenza fecale, ragade anale, prolasso rettale, emorroidi o dolori e spasmi rettali.

L’esame viene esguito inserendo nel retto un sondino di diametro di 5 mm, con un palloncino all’estremità:
la sonda misura la pressione e i movimenti dello sfintere anale sia a riposo sia durante la contrazione volontaria. Successivamente, si studia la sensibilità dell’ampolla rettale, gonfiando con piccole quantità di aria, il palloncino posto sull’estremità del sondino.

Si tratta di un esame non invasivo, che avviene in 20-30 minuti con il paziente steso sul lettino. Non richiede somministrazione di farmaci, né l’insorgere ci complicanze o controindicazioni.