Chirurgia generale e Proctologia

//Chirurgia generale e Proctologia
Chirurgia generale e Proctologia2019-05-29T12:37:16+00:00

La Chirurgia Generale si occupa delle patologie che interessano gli organi della parete addominale – intestino, colon, fegato, stomaco, esofago, pancreas, cistifellea, fegato, dotti biliari.

La Proctologia si occupa della diagnosi e terapia delle principali malattie e disturbi che interessano la regione ano-rettale quali la malattia emorroidaria, le ragadi anali, le neoformazioni del margine e del canale anale, le fistole anali, le cisti sacro-coccigee, l’incontinenza anale, la stipsi e disturbo della defecazione ostruita, il prurito e dermatosi perianali e il prolasso rettale e rettocele.

Per il trattamento delle più comuni patologie ano-rettali gli specialisti del Centro Medico Cervia fanno ricorso ad alcune tecniche innovative e mini-invasive. Si effettuano visite ambulatoriali specialistiche completate da una eventuale Manometria Anale Clinica (Anopress THD), esame non invasivo e di rapida esecuzione che consente di acquisire informazioni fondamentali sulle pressioni dei muscoli addetti alla continenza anale.

Presso il Centro Medico Cervia si effettuano:

  • Visita specialistica chirurgica
  • Visita proctologica
  • Manometria anale
  • Video proctoscopia
  • Ecografia transperineale
  • Anoscopia
  • Crioterapia

Approfondimenti:

Crioterapia2019-01-18T11:18:07+00:00

La crioterapia è un particolare trattamento che elimina le lesioni cutanee superficiali attraverso il congelamento. E’ una terapia particolarmente efficace per la cura delle emorroidi e delle ragadi anali, e si esegue in ambito ambulatoriale e senza ricovero.

Se negli anni ottanta era particolarmente diffusa la tecnica della sonda criogenica, applicata ad un’ampia porzione del retto senza possibilità di controllo, oggi grazie alla crioterapia selettiva è possibile decidere su quali noduli emorroidari intervenire, isolandoli dalle mucose sane mediante una speciale legatura che consente di trattare solo le zone scelte, senza dover necessariamente coinvolgere la parete del retto.

Questa tecnica è estremamente efficace e presenta i seguenti vantaggi:
– nessuna puntura lombare, in quanto l’anestesia è localizzata su ogni singolo nodulo;
– assenza di punti di sutura metallici o a filo;
– assenza di cicatrici stenosanti (che possono provocare un restringimento del retto), perché la parete rettale non viene coinvolta in alcun modo;
– assenza di rischi di lesioni allo sfintere.

Fisioterapia e proctologia2019-01-18T11:16:17+00:00

La fisioterapia può essere estremamente utile in ambito proctologico, sia nella fase preoperatoria, al fine di attivare le condizioni necessarie per ottenere i migliori risultati, sia nella fase post operatoria, per ottimizzare i risultati dell’intervento, attivando e migliorando la funzionalità di meccanismi fisiologici.

La fisioterapia in ambito proctologico costituisce pertanto una componente fondamentale per i disturbi e le patologie legate a stipsi, incontinenza fecale, dolore cronico, ragadi o emorroidi, e può contribuire alla riabilitazione delle alterazioni funzionali, ad alleviare il dolore e ad ottimizzare il risultato dell’intervento.

Manometria Anale2019-01-18T11:15:16+00:00

Esame specialistico che valuta la pressione e il funzionamento dello sfintere anale, è utile per indagare alcune patologie quali stipsi, difficoltà a evacuare, incontinenza fecale, ragade anale, prolasso rettale, emorroidi o dolori e spasmi rettali.

L’esame viene esguito inserendo nel retto un sondino di diametro di 5 mm, con un palloncino all’estremità:
la sonda misura la pressione e i movimenti dello sfintere anale sia a riposo sia durante la contrazione volontaria. Successivamente, si studia la sensibilità dell’ampolla rettale, gonfiando con piccole quantità di aria, il palloncino posto sull’estremità del sondino.

Si tratta di un esame non invasivo, che avviene in 20-30 minuti con il paziente steso sul lettino. Non richiede somministrazione di farmaci, né l’insorgere ci complicanze o controindicazioni.